Il sito per le imprese che operano con l’estero

Criteri legali di scelta di un intermediario all’esteroCriteri legali di scelta di un intermediario all’estero

Nell’approccio a un nuovo mercato estero, per scegliere tra i diversi intermediari (procacciatore, agente commerciale o distributore) conviene considerare il rapporto tra possibilità di controllare o indirizzare l’attività dell’intermediario e costi che la legge applicabile riconduce alle varie figure.

Procacciatore di affari e obbligo di iscrizione al ruolo dei mediatori: rimessa la questione alle sezioni unite della Corte di CassazioneProcacciatore di affari e obbligo di iscrizione al ruolo dei mediatori: rimessa la questione alle sezioni unite della Corte di Cassazione

L’ordinanza n. 22558 del 4.11.2015 della Corte di Cassazione civile, Sezione II, ha inteso devolvere al giudizio delle Sezioni Unite l’annosa questione relativa al diritto del procacciatore di affari a ricevere la provvigione, qualora esso non sia iscritto all’elenco dei mediatori e, pertanto, l’applicabilità della L. 39 del 1989, così come riformata dal DLGS 59/2010 al procacciatore d’affari.

Kuwait: nuova legge per agenti, distributori e franchisee

In molti Paesi del Medio Oriente e del Golfo per poter condurre stabilmente gli affari è necessario servirsi esclusivamente di agenti o distributori locali. Anche le società che abbiano ad oggetto l’attività di agenzia o distribuzione in genere devono essere possedute per almeno il 51 per cento da cittadini locali.

Il contratto di agenzia in India

Il contratto di agenzia è disciplinato dagli articoli 182 e seguenti della Legge sui Contratti, emanata nel 1872. L’agente è definito come “colui, che viene impiegato per svolgere determinate attività in nome e per conto di altro soggetto o per rappresentare quest’ultimo nei rapporti con terze persone”. Il preponente è, conseguentemente, “colui, in nome e per conto del quale, l’agente agisce”.

L’agente di commercio in Brasile

La rappresentanza commerciale (sales representation) è disciplinata dalla normativa contenuta nella Legge n. 4.886, del 9 dicembre 1965 e dai successivi emendamenti intervenuti l’8 maggio 1992 tramite Legge n. 8.420. Tale disciplina risulta, altresì, integrata da una serie di articoli, contenuti nel Codice Civile brasiliano e compresi tra il 710 e il 721, che si occupano, specificamente, dei contratti di agenzia e di distribuzione, con cui la sales representation presenta notevoli affinità.

Indennità di cessazione e risarcimento di danni ulteriori

La Corte di giustizia europea si pronuncia sull’art. 17 della direttiva sugli agenti commerciali.
Corte di giustizia, 3 dicembre 2015, C-338/14, Quenon K. SPRL v. Beobank SA (già Citibank Belgium SA) contro Metlife Insurance SA (già Citilife SA).

Trasferimento della residenza all'estero: Exit Tax

Il trasferimento all’estero della residenza o della sede di un soggetto esercente attività di impresa (persona fisica o società) è un argomento fortemente dibattuto per le conseguenze che può comportare, in particolare a causa della possibile limitazione della libertà di stabilimento.

L'impatto delle sanzioni internazionali sull'esecuzione dei contratti commerciali

Il sempre più frequente utilizzo delle sanzioni economiche da parte dell’Unione Europea può incidere sull’esecuzione dei contratti commerciali conclusi da operatori privati europei con parti aventi sede nei Paesi destinatari delle misure. 

Contratti di agenzia: clausole sui minimi di affari alla luce della recente giurisprudenza

Una clausola molto frequente nei contratti di agenzia è quella di prevedere in capo all’agente un obbligo di trasmettere, nel corso di ciascun anno e/o altro periodo determinato, ordini che diano luogo alla conclusione di contratti di vendita per una cifra non inferiore ad un importo e/o un quantitativo di merce determinato, solitamente indicato in un allegato al contratto (c.d. minimo d’affari).

L'indennita' di scioglimento del rapporto secondo il nuovo Accordo Economico Collettivo Settore industria

Il 30 luglio 2014 è stato stipulato tra le associazioni rappresentative dei preponenti e degli agenti del settore industriale e della cooperazione un nuovo Accordo Economico Collettivo, che sostituisce quello precedente del 20 febbraio 2002. La principale novità introdotta dall’Accordo riguarda sicuramente l’indennità di scioglimento del rapporto ed in particolare l’indennità meritocratica.

Il contratto di agenzia: disciplina italiana e statunitense a confronto

Un interessante confronto tra la figura dell’agente di commercio in Italia e dell’agents negli Stati Uniti, con un’analisi della disciplina legislativa e dei principali elementi che caratterizzano le tipologie contrattuali.

Contratto di agenzia per il settore industria: le novità introdotte dal Nuovo Accordo Economico Collettivo

Dopo una lunga trattativa, durata più di otto anni, in data 30 luglio 2014 le associazioni di categoria maggiormente rappresentative degli agenti e rappresentanti di commercio e dei preponenti del settore industriale e della cooperazione, hanno sottoscritto il nuovo Accordo Economico Collettivo per la disciplina dei rapporti di agenzia che rinnova e sostituisce il precedente AEC siglato il 20 marzo 2002.

Pagina:
Filtra per