Agroalimentare: andamento export mondiale

di lettura

Nel 3° trimestre frenata per l'export mondiale, ma "a macchia di leopardo" a livello merceologico e, soprattutto, geografico. In base alle pre-stime formulate da StudiaBo a partire dalle dichiarazioni doganali più recenti di circa 70 paesi a livello mondiale, nel 3° trimestre dell’anno le esportazioni mondiali di Agroalimentare hanno segnato un risultato ancora positivo (+1.4% tendenziale a prezzi costanti), seppure mostrando un significativo rallentamento nella componente confezionati e bevande.

Agroalimentare: andamento export mondiale

Come illustrano i due grafici sotto riportati, il segmento Alimentare non confezionato evidenzia la prosecuzione di un ritmo di crescita delle esportazioni mondiali moderatamente positivo (+2.6% tendenziale a prezzi costanti), a fronte, invece, di un segmento Alimentare confezionato e bevande in significativa frenata (+0.1%) rispetto alla prima parte dell'anno.

Come già documentato in un precedente articolo, il terzo trimestre 2018 ha confermato la fase favorevole del mercato statunitense (che risulta ancora il mercato con i maggiori contributi positivi alla crescita dell'export mondiale di agroalimentare), a cui si aggiungono le consistenti performance di crescita di numerosi mercati asiatici: in primis Sud Corea (+ 10.6% tendenziale a prezzi costanti; +8% da inizio anno), ma anche area ASEAN (Vietnam su tutti: +9.2% in quantità da inizio anno), oltre che di Giappone e Cina (seppure in rallentamento nel trimestre più recente).
Va inoltre sottolineato il proseguimento della dinamica favorevole, anche se in significativo rallentamento nella componente "confezionati e bevande", dei mercati UE (in particolare, la conferma del mercato polacco - già segnalato in un precedente articolo - e di Olanda, Regno Unito, Francia, quali principali mercati UE per contributi alla crescita nell'ultimo trimestre).

In una fase congiunturale che presenta andamenti di mercato (anche molto) differenti tra prodotto e prodotto e, soprattutto, tra paese e paese, le imprese esportatrici di agroalimentare made in Italy sono chiamate a intensificare lo sforzo di monitoraggio del proprio portafoglio mercati, al fine di orientare al meglio gli investimenti promozionali e commerciali.

Marcello Antonioni

Analisi di mercato
SACE - Simest: Export italiano novembre 2020
SACE - Simest: Export italiano novembre 2020
Nei primi undici mesi del 2020 l'export italiano di beni ha registrato una flessione del 10,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
Rapporto economico 2020 Prosecco Conegliano Valdobbiadene
Rapporto economico 2020 Prosecco Conegliano Valdobbiadene
Il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG chiude il 2020 con una certificazione di bottiglie in linea con l’anno precedente.
Proiezioni economiche di Banca d’Italia
Proiezioni economiche di Banca d’Italia
Il Bollettino Economico di gennaio analizza la situazione internazionale e presenta le proiezioni macroeconomiche per il 2021-23.
Rapporto 2020 sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole Dop, Igp e Stg
Rapporto 2020 sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole Dop, Igp e Stg
Il Rapporto di Ismea e Fondazione Qualivita conferma la crescita del valore dei prodotti a Indicazione Geografica (IG) e delle loro performance sui mercati esteri nel 2019.
SACE - Simest: Export italiano ottobre 2020
SACE - Simest: Export italiano ottobre 2020
L'export italiano di beni mostra una contrazione del 12% nei primi dieci mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
Risultati economici delle imprese e delle multinazionali nel 2018
Risultati economici delle imprese e delle multinazionali nel 2018
Secondo l'Istat nel 2018 il valore aggiunto è prodotto in Italia per il 37,8% al Nord-ovest e per il 25,5% nel Nord-est; seguono il Centro con il 20,4% e il Mezzogiorno con il 16,4%.
Rapporto di previsione Prometeia dicembre 2020
Rapporto di previsione Prometeia dicembre 2020
In Italia, dopo il calo del Pil nel quarto trimestre 2020 (-3,2%) e nel primo del 2021 (-0,4%), l’attività dovrebbe riprendere dalla prossima estate, grazie anche all’arrivo dei primi fondi Next Generation EU.
Ricavi in crescita per il Parmigiano Reggiano
Ricavi in crescita per il Parmigiano Reggiano
Secondo il bilancio preventivo 2021, i ricavi saranno pari a 51,8 milioni di euro (rispetto ai 38,4 del 2019 e ai 33,4 del 2018).
Indice PMI eurozona dicembre 2020
Indice PMI eurozona dicembre 2020
A dicembre, l’attività economica dell’eurozona si sta avvicinando alla stabilizzazione con una crescita più forte della produzione manifatturiera che compensa il calo ulteriore dell’attività terziaria.
Esportazioni delle regioni italiane III trimestre 2020
Esportazioni delle regioni italiane III trimestre 2020
Nel terzo trimestre l’Istat stima una forte crescita congiunturale delle esportazioni: +34,3% per il Centro, +33,4% per il Nord-est, +30,3% per il Nord-ovest e +27% per il Sud.