Assoporti: dati I semestre 2022 dei porti italiani

di lettura

Il primo semestre di quest’anno conferma la ripresa complessiva dei porti italiani, che continuano a registrare performance positive.

Image

Il contesto economico, già indebolito dalla pandemia, è però divenuto molto complicato per effetto della guerra, dell’inflazione e dei crescenti costi energetici che stanno mettendo sotto pressione il sistema produttivo italiano.

Secondo i dati pubblicati il 5 settembre da Assoporti, i traffici commerciali a giugno hanno raggiunto 244 milioni di tonnellate (+2,7% rispetto al periodo pre pandemia). Soltanto le rinfuse non si sono riallineate sui valori ante-Covid.

I positivi risultati raggiunti rispetto ai primi sei mesi del 2021 indicano che l’attività dei porti italiani si sta mostrando resiliente rispetto alla guerra in atto e alle tensioni internazionali.

Tuttavia, se dal punto di vista delle merci i traffici sono ripresi in modo sostenuto, permangono le criticità legate al settore passeggeri, in particolar modo alle crociere. Nonostante le percentuali registrino uno scontato aumento rispetto ai primi 6 mesi del 2021, sia per i traghetti sia per il comparto crocieristico, i numeri restano ancora decisamente inferiori ai livelli pre-Covid. Rispetto al 2020 “crocieristi” 2.451.629 unità (+702,5%) e “totale passeggeri” 20.390.278 (+75,8%); ma rispetto al 2019 “passeggeri totali” 23.937.813 (-14,8%) e i “crocieristi” 4.520.647 (-45,8%). Considerata la decisa tendenza al rialzo anche per questo settore, Assoporti auspica che la piena ripresa possa tornare nel 2023.

Il Mediterraneo è tornato ad avere un ruolo centrale e strategico per i traffici mondiali, grazie a forti segnali di regionalizzazione della produzione. Ma per cogliere quest’opportunità è indispensabile mettere in atto al più presto le necessarie opere che consentiranno ai nostri porti di aumentare il livello di competitività, nonché ad essere in linea con le previsioni in materia ambientale.

I dati numerici non tengono conto della provenienza e della destinazione delle merci in questione. Date le limitazioni di scambio imposte, si può dedurre che quello che prima veniva commercializzato con la Russia e l’Ucraina, oggi viene commercializzato con altri Stati. Pertanto, il totale di import ed export risultanti non ha subito una flessione e sono tutto sommato in linea con gli andamenti dello scorso anno.

Fonte: Assoporti

 

 

Analisi di mercato
Preconsuntivo occhialeria: produzione +24%, export +22,5%
Preconsuntivo occhialeria: produzione +24%, export +22,5%
L’occhialeria italiana ha brillato sui mercati internazionali nel 2022, ma le tensioni inflattive e l’incertezza hanno pesato sul mercato interno e sui margini.
Migliorano le aspettative sull’economica italiana
Migliorano le aspettative sull’economica italiana
L’economia italiana registra, dopo sette trimestri consecutivi di crescita, una lieve flessione congiunturale (-0,1%) nell’ultimo trimestre del 2022.
Export Filatura italiana nel 2022
Export Filatura italiana nel 2022
Centro Studi Confindustria Moda ha presentato una ricerca sulla filatura italiana (produzione di filati lanieri, cotonieri e linieri).
Venture capital in Italia: +48% nel 2022
Venture capital in Italia: +48% nel 2022
Italian Tech Alliance e Growth Capital hanno pubblicato i dati sugli investimenti in venture capital in Italia.
SACE SIMEST Export italiano novembre 2022
SACE SIMEST Export italiano novembre 2022
Tra gennaio e novembre le vendite all’estero di beni si sono confermate in ampio rialzo (+20,5% rispetto allo stesso periodo del 2021). L’andamento è guidato dai valori medi unitari (vmu; 20,1%), stabili i volumi (+0,3%).
Previsioni economiche BCE
Previsioni economiche BCE
La BCE ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita per l’Area dell’euro nel biennio 2023 e 2024 e al rialzo le proiezioni sull’inflazione.
Turismo invernale in montagna e cambiamenti climatici
Turismo invernale in montagna e cambiamenti climatici
Il turismo di montagna fornisce un contributo significativo all'economia delle aree alpine ed è uno dei pilastri del settore turistico italiano.
Messico: buone prospettive per il made in Italy
Messico: buone prospettive per il made in Italy
Il Messico è l’unico Paese dell’America Latina a essere realmente inserito all’interno delle catene del valore regionali e globali.
SACE SIMEST Export italiano ottobre 2022
SACE SIMEST Export italiano ottobre 2022
Nei primi 10 mesi del 2022 le esportazioni italiane di beni continuano a crescere (+20,8% rispetto a gennaio-ottobre 2021).
Rapporto Ismea Qualivita 2022
Rapporto Ismea Qualivita 2022
Ismea e Qualivita hanno pubblicato il report sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane Dop, Igp e Stg nel 2021.