Nuovo punto di massimo del Made in Italy in Germania

di lettura

In base alle informazioni elaborate da StudiaBo per conto di Promos Italia e Tribuna Economica con riferimento ai flussi di commercio estero più recenti (fonte: Sistema Informativo Ulisse), nel 2018 si è avuto un nuovo punto di massimo delle vendite del Made in Italy sul mercato tedesco. 

Image

A consuntivo dell’anno scorso le vendite dall’Italia di merci dirette in Germania hanno superato – per la prima volta assoluta – i 60 miliardi di euro, con un aumento di 5.7 miliardi  di euro rispetto al 2017 (corrispondente ad un tasso di crescita del 10.1 per cento). Ciò fa seguito all’incremento già favorevole sperimentato l’anno precedente (+4 miliardi di euro, pari al +7.8%, rispetto al 2016).

A livello settoriale, nel biennio 2017-2018 i maggiori contributi alla crescita delle vendite italiane sul mercato tedesco sono provenute, nell’ordine, da:

  • Mezzi di trasporto (+8 miliardi di euro nel biennio più recente)
  • Agroalimentare (+6.4 miliardi di euro)
  • Farmaceutica (+5.8 miliardi di euro)
  • Meccanica Varia (+5.3 miliardi di euro). 

Mezzi di trasporto

Nella filiera dei Mezzi di trasporto, nel biennio 2017-2018 si segnalano, in particolare, le performance di crescita delle vendite italiane sul mercato tedesco di Automobili, autobus e roulotte (+12.5% medio annuo, a fronte di una media del +6.4% per l’insieme dei competitori presenti sul mercato tedesco), Autoveicoli per il trasporto merci (+919 milioni di euro) e di Parti ed accessori non elettrici per autoveicoli (+8% medio annuo, anche più dinamico della media dei concorrenti), segmento quest’ultimo che ha offerto il contributo più positivo all’interno del comparto.

Agroalimentare

Nella filiera Agroalimentare, vanno evidenziate le crescite delle vendite italiane sul mercato tedesco di Bevande alcoliche (+1.1 miliardi di euro, corrispondenti ad un tasso medio annuo prossimo al 4%, più dinamico dell’insieme dei competitori presenti sul mercato tedesco) e di Carne e pesce, lavorati e confezionati (+8% medio annuo, per un incremento pari a 0.6 miliardi di euro, anche in questo caso ampiamente più accelerato della media dei concorrenti). In particolare, si ravvisano i massimi assoluti raggiunto l’anno scorso dalle vendite dall’Italia di Vino imbottigliato e di Prosciutti (cotti, crudi e non disossati).

Farmaceutica

Nella filiera Farmaceutica, nell’ultimo biennio si ravvisano le ottime performance delle vendite italiane sul mercato tedesco di Prodotti farmaceutici di base (+3.2 miliardi di euro, decisamente più dinamiche dell’insieme dei competitori presenti sul mercato tedesco) e di Farmaci (+2.5 miliardi di euro). In particolare, hanno toccato un nuovo punto di massimo assoluto le vendite dall’Italia di Sieri specifici e di Medicamenti contenenti ormoni, in forma di dosi.

Meccanica varia

Nel comparto Meccanica Varia, si segnalano - non da ultime – le crescite  nell’ultimo biennio delle vendite italiane sul mercato tedesco di Cuscinetti, ingranaggi e organi di trasmissione (+1.1 miliardi di euro in termini cumulati, pari ad un tasso di crescita medio annuo prossimo all’11 per cento, più dinamico della media dei concorrenti), e – con aumenti ciascuno di oltre 400 milioni di euro – di Rubinetteria e valvole (+12.1% medio annuo) e di Parti di macchine per l'industria metalmeccanica (+8.7% medio annuo), entrambe più dinamiche della media dei concorrenti presenti sul mercato.

Positive performance hanno caratterizzato, infine, le vendite italiane sul mercato tedesco di Metallurgia (con particolare riferimento ai settori Acciaio, Tubi in acciaio e Alluminio), Tessili, pelli, abbigliamento (con i maggiori aumenti per Abbigliamento esterno e Calzature), Chimica (si evidenzia la rilevante crescita di Lastre, fogli, tubi e profilati in materie plastiche e di Prodotti chimici di base organici), Elettrotecnica (Fili e cavi, interruttori, spine, prese e quadri elettrici ed Elettrodomestici per la casa, su tutti), Prodotti in metallo (con i maggiori incrementi per i settori Prodotti in ferro e acciaio, lavorati a freddo e Viteria e bulloneria) e Plastica e Gomma (Materie plastiche in forme primarie in modo particolare).

Marcello Antonioni 
 

Analisi di mercato
Cresce l’export dei prodotti agroalimentari biologici italiani
Cresce l’export dei prodotti agroalimentari biologici italiani
Agli stati generali del biologico, promossi all’interno di SANA, presentata la ricerca sul bio Made in Italy con dati aggiornati sull’export.
SACE - Simest: export italiano luglio 2022
SACE - Simest: export italiano luglio 2022
Nei primi sette mesi del 2022 le vendite italiane oltreconfine sono risultate in crescita del 21,8% rispetto allo stesso periodo del 2021.
Olio di oliva: cala il raccolto e aumentano i costi di produzione
Olio di oliva: cala il raccolto e aumentano i costi di produzione
Il report “2022, la guerra dell’olio Made in Italy” di Coldiretti e Unaprol descrive uno scenario segnato dai cambiamenti climatici e dai rincari di energia e materie prime che pesano su aziende e famiglie.
SACE: Rapporto export 2022
SACE: Rapporto export 2022
Il Rapporto Export di SACE offre informazioni utili per le imprese alla ricerca di nuovi mercati.
L’impatto della guerra Russia – Ucraina sulla fornitura di alcune materie prime critiche
L’impatto della guerra Russia – Ucraina sulla fornitura di alcune materie prime critiche
Il Report dell’OECD analizza le gravi interruzioni causate dalla guerra in particolare nell'approvvigionamento di materie prime critiche per la produzione industriale e per la transizione verde.
Italian sounding Rapporto 2022
Italian sounding Rapporto 2022
Assocamerestero e The European House Ambrosetti hanno analizzato e quantificato l’impatto economico dell’Italian Sounding che indebolisce il posizionamento all’estero dei prodotti italiani.
Assoporti: dati I semestre 2022 dei porti italiani
Assoporti: dati I semestre 2022 dei porti italiani
Il primo semestre di quest’anno conferma la ripresa complessiva dei porti italiani, che continuano a registrare performance positive.
RetailX Italy Ecommerce Report 2022
RetailX Italy Ecommerce Report 2022
Retailx ha pubblicato il report sul commercio elettronico in Italia, realizzato in collaborazione con Aci Worldwide e Tealium.
Bollettino economico BCE 5 / 2022
Bollettino economico BCE 5 / 2022
L’attività economica nell’area dell’euro sta rallentando. L’aggressione della Russia verso l’Ucraina, l’impatto dell’elevata inflazione, i perduranti vincoli dal lato dell’offerta esercitano un effetto frenante.
SACE - Simest: export italiano giugno 2022
SACE - Simest: export italiano giugno 2022
Tra gennaio e giugno le vendite italiane oltreconfine sono risultate in crescita del 22,4% rispetto ai primi sei mesi del 2021. Prosegue il forte rialzo dei valori medi unitari (+20,1%), mentre la componente dei volumi cresce a un ritmo più modesto (+2%).