Olio di oliva: campagna 2021/22

di lettura

Secondo il Rapporto Ismea dedicato all’olio di oliva, le prime stime produttive a livello internazionale attestano i volumi della campagna in corso a 3,1 milioni di tonnellate.

Image

All’interno dell’Unione europea risultati deludenti: in Spagna la prolungata mancanza di precipitazioni potrebbe far scendere la produzione a 1,3 milioni di tonnellate (7% in meno rispetto alla campagna precedente); la Grecia con 235 mila tonnellate stimate segna una flessione del 14%. In crescita solo Italia (315 mila tonnellate, +15%) e Portogallo (120 mila tonnellate, +20%).

Fuori dai confini comunitari è stata un’ottima annata: in Tunisia con una produzione stimata in 240 mila tonnellate (+71%), in Turchia 228 mila tonnellate (+9%), in Marocco 200 mila tonnellate (+25%).

Stime per la campagna nazionale 2021/22

Ismea e Unaprol confermano per l’Italia la stima di 315 mila tonnellate (+15%). A trainare la ripresa la Puglia con il +38% su un deludente 2020. Al sud della regione la situazione resta difficile nelle aree colpite da Xylella, nonostante l’entrata in produzione di alcuni nuovi impianti.

In Calabria si stima una crescita del 9% e si prospetta una buona annata anche in Sicilia. In Abruzzo le piogge autunnali hanno ridato vigore alle olive che si stimano in quantità superiore allo scorso anno così come in Basilicata e Molise. Solo la Campania ha una produzione stimata inferiore all’anno scorso.

Male il Centro dove per Toscana, Umbria e Marche, si attendono riduzioni importanti. Il Lazio sembra essere la regione di quest’area che ha resistito meglio.

Al Nord l’annata è pessima sotto il profilo quantitativo. In Liguria si stima, infatti, un calo del 30%, ma in altre regioni la produzione sembra più che dimezzata.

Produzione Italiana di olio di oliva (tonnellate)

Produzione olio oliva Italia 2021

Commercio con l’estero

Il commercio con l’estero registra un netto ridimensionamento in termini quantitativi rispetto al medesimo periodo del 2020.

Nei primi 9 mesi del 2021, infatti, i volumi importati sono scesi del 10% a fronte, però, di un incremento della spesa del 20% dovuta alla dinamica dei prezzi internazionali.

L’export è sceso del 6% in volume accompagnato da un incremento dei prezzi del 4%. Il saldo in valore della bilancia commerciale resta quindi negativo, anche se il gap si sta assottigliando rispetto ai primi mesi dell’anno.

Esportazioni italiane di olio di oliva e sansa

Export olio oliva

La flessione delle richieste di prodotto italiano si è sentita a soprattutto negli Stati Uniti (-14% in volume e -4% in valore). Perdite in volume sempre a due cifre, anche in Canada, Giappone e Regno Unito (in questi due ultimi Paesi, però, il valore mostra il segno positivo).

In aumento sia in volume che in valore le esportazioni verso Germania, Svizzera e Russia.

Approfondimenti: Scheda settore Ismea

Analisi di mercato
Unioncamere: digitale e green spingono la produttività delle imprese
Unioncamere: digitale e green spingono la produttività delle imprese
Secondo un’analisi di Unioncamere - Centro Studi Tagliacarne, gli investimenti delle imprese nella duplice transizione digitale e green generano una crescita di produttività che può arrivare fino al 14%.
G20 trade and investment measures
G20 trade and investment measures
Il report analizza il commercio internazionale e le misure di investimento attuate dalle economie del G20 nel periodo maggio - ottobre 2022.
COP27: Africa’s Investable infrastructure opportunities
COP27: Africa’s Investable infrastructure opportunities
L’Africa richiede investimenti sostenibili su ampia scala per raggiungere i suoi obiettivi di sviluppo.
L’alto di gamma cresce del 21% nel 2022
L’alto di gamma cresce del 21% nel 2022
Secondo l’Osservatorio Altagamma 2022, il mercato globale dell’alto di gamma sale a circa €1.400 miliardi. Previsioni positive anche per il 2023.
SACE - Simest: export italiano settembre 2022
SACE - Simest: export italiano settembre 2022
Nei primi nove mesi del 2022 le esportazioni italiane sono cresciute del 21,1% rispetto allo stesso periodo del 2021. Si conferma prevalente il sostegno dato dai valori medi unitari (+20,3%), mentre l’incremento dei volumi è modesto (+0,7%).
Focus SACE: rallenta l’economia cinese
Focus SACE: rallenta l’economia cinese
L’effetto dei continui lockdown è stato stimato in 1,2 p.p. di Pil reale nel 2022 dal Fondo Monetario Internazionale, che ha tagliato le stime di crescita del Paese a +3,2%.
Brief Cdp: il sistema energetico italiano
Brief Cdp: il sistema energetico italiano
La tenuta del sistema energetico italiano è minacciata dalla tenuta dei bilanci di imprese energetiche e utenti finali e dal rischio relativo allo svuotamento degli stoccaggi.
Grandi gruppi moda: ricavi a doppia cifra nel 2022
Grandi gruppi moda: ricavi a doppia cifra nel 2022
Il report sul Sistema Moda Mondo dell’Area Studi Mediobanca analizza i dati finanziari di 78 multinazionali con ricavi superiori a un miliardo di euro ciascuna.
Distretti industriali: export nel I semestre +17,7%
Distretti industriali: export nel I semestre +17,7%
Record storico per l’export dei distretti industriali italiani nel primo semestre dell’anno, con tutte le filiere distrettuali oltre i livelli pre-pandemici e con una crescita delle esportazioni superiore a quella tedesca.
Bollettino Economico Banca d’Italia ottobre 2022
Bollettino Economico Banca d’Italia ottobre 2022
In ottobre il Fondo monetario internazionale ha confermato la previsione di crescita del prodotto mondiale nel 2022, mentre ha ridotto la stima per l’anno prossimo al 2,7 per cento.