Opportunità settoriali per l'export italiano in Malesia

di lettura

Nel periodo 2020-2023, esistono buone opportunità di crescita sul mercato malese per l’export italiano complessivamente pari a circa +370 milioni di euro, pari al +6.2% medio annuo.

Image

Pur penalizzate quest’anno, a seguito delle conseguenze della pandemia Covid-19, da una flessione dell’economia malese stimata dal Fondo Monetario Internazionale in quasi 2 punti percentuali in termini di Pil (dopo un ultimo quinquennio particolarmente dinamico: +5% medio annuo), le esportazioni italiane sul mercato malese sono previste salire dai 1.354 milioni di euro del 2019 a 1.721 milioni di euro nello scenario 2023.

In particolare, a fronte di un calo atteso di quasi 6 punti percentuali nella media del 2020, le vendite italiane sono previste evidenziare un significativo “rimbalzo” positivo l’anno prossimo (+15.3%) e aumenti medi annui prossimi agli 8 punti percentuali nel biennio 2022-2023.

Nell’orizzonte 2020-2023, le maggiori opportunità di crescita per il made in Italy in Malesia riguardano le filiere:

  • Prodotti per la Persona (+66 milioni di euro nel complesso del quadriennio)
  • Materie prime industriali (+64 milioni di euro)
  • Alimentari confezionati e Bevande (+26 milioni di euro)
  • Componenti elettroniche (+26 milioni di euro)
  • Prodotti e strumenti per la Salute (+25 milioni di euro, dei quali 20milioni dal settore Farmaci),
  • Componenti meccaniche ed ottiche (+23 milioni di euro),
  • Impiantistica industriale (+19 milioni di euro)
  • Mezzi di trasporto e per l’agricoltura (+17 milioni di euro).

Malesia: previsione importazioni da Italia (miliardi di euro)

Opportunità export italiano in Malesia

Fonte: Sistema Informativo Ulisse

In particolare, nei  Prodotti per la Persona si segnalano le previsioni di aumento delle vendite italiane di Gioielleria, orologi e bigiotteria (+18.2mln), Borse, valigie e portafogli(+14.7mln), Calzature (+12.9mln), Profumi e cosmetici (+6.2mln) e Abbigliamento esterno (+9.6mln).

Per Materie prime industriali, i principali spunti di crescita dell’export italiano sul mercato malese sono previsti provenire da Prodotti petroliferi e derivati del carbone (+30mln di euro), Acciaio (+20.3mln di euro), Materie plastiche in forme primarie (+10.2mln di euro).

Nel comparto Alimentari confezionati e Bevande, i maggiori incrementi sul mercato malese delle esportazioni italiane sono attesi derivare da Carne e pesce, lavorati e confezionati (+8mln), Zucchero, cioccolata, dolciumi e gelati (+4.6mln), Riso, farina ed amidi (+4mln), Lieviti, estratti e malto (+3.7mln), Latte, yogurt, burro e formaggi (+2.9mln), Frutta fresca (+2.9mln), Ortaggi e frutta, lavorati e confezionati (+2.3mln), Derivati del latte (+2.1mln), Bevande alcoliche (+2mln).

Nel comparto Impiantistica industriale, nel periodo 2020-2023 si attendono crescite dell’export italiano sul mercato malese di oltre 24 milioni di euro per il settore Impianti siderurgici e di circa 10 milioni di euro per Caldaie, turbine e motori.

Nella filiera dei Mezzi di trasporto e per l’agricoltura, si rilevano i maggiori aumenti attesi delle esportazioni italiane rivolte al mercato malese per Automobili, autobus e roulotte (+24.4mlndi euro), Aerei (+5.7mln di euro), Macchine movimento terra(+2.5mln di euro), Parti di macchine agricole e movimento terra (+7.1mln di euro).

Nella Componentistica elettronica, meccanica e ottica, non ultima, si rilevano i maggiori aumenti attesi delle esportazioni italiane rivolte al mercato malese per Parti ed accessori di strumenti di misura (+10.7mln), Valvole, tubi, diodi e schede elettroniche (+9.7mln), Parti di pompe e altri componenti di impianti industriali (+6.9mln), Parti di computer e altre macchine per ufficio (+6.2mln).

Nello scenario al 2023 sono infine da segnalare le crescite attese dell’export italiano dei comparti Strumenti e attrezzature per l’industria (+15mln), Beni intermedi chimici (+12.3mln), Beni intermedi in carta e legno (+12.2mln) e Prodotti finiti di largo consumo (+9.8mln).

Scenario di previsione formulato da StudiaBo per conto di Promos Italia e Tribuna Economica con riferimento ai flussi di commercio estero (fonte: ExportPlanning -Sistema Informativo Ulisse).

Marcello Antonioni

Tag dell'informativa

Analisi di mercato
Export agroalimentare 2021
L'export agroalimentare supererà i 50 miliardi nel 2021
Secondo l’Istat, l'export dei beni di consumo non durevole, di cui l'alimentare rappresenta una gran parte, ha registrato a giugno 2021 un incremento del +15,2% su giugno 2020 (quando l'export agroalimentare aveva registrato un +1,6%), sul semestre l'aumento tendenziale è dell'11,5% (nel semestre 2020 +2,2%).
Digitale in Italia 2021
Previsioni mercato digitale in Italia
Secondo il 52° rapporto Anitec-Assinform, nel 2020 il mercato digitale italiano vale oltre 71,5 miliardi di euro. L’incidenza del mercato digitale sul PIL è passata dal 4% al 4,3% nel triennio 2017-2020.
Yachting Italia 2021
Mercato italiano della cantieristica nautica
Secondo il report di Deloitte, Il valore della produzione della cantieristica nautica italiana ammonta a 2,8 miliardi di euro (crescita media del 12,7% tra il 2014 e il 2019).
Bollettino economico della BCE settembre 2021
Bollettino economico della BCE settembre 2021
Le proiezioni macroeconomiche formulate a settembre 2021 dagli esperti della BCE, rispetto all’esercizio precedente, segnano una lieve revisione al rialzo delle prospettive di crescita dell’economia mondiale.
Export Italia luglio 2021
SACE - Simest: Export italiano luglio 2021
Nei primi 7 mesi dell'anno si registra un incremento sostenuto delle vendite italiane all’estero (+22,8% vs. gen-lug’ 20). Tale dinamica continua a beneficiare del confronto con aprile e maggio 2020, mesi di restrizioni dovute alla pandemia, durante i quali le esportazioni di beni italiane sono crollate.
Congiuntura metalmeccanica
Congiuntura Metalmeccanica (settembre 2021)
Secondo l’Indagine congiunturale di Federmeccanica, nei mesi più recenti l’attività produttiva metalmeccanica ha superato i volumi di produzione che si realizzavano prima della pandemia.
Rapporto Export SACE 2021
Rapporto Export SACE 2021
La XV edizione del Rapporto Export di SACE offre informazioni utili per orientarsi sui mercati esteri e comprendere le dinamiche dell’export italiano.
Gap infrastrutture Italia
Il capitale infrastrutturale dell’Italia
La competitività delle imprese è legata alla disponibilità di una rete adeguata di trasporti e di telecomunicazioni, nonché alla qualità del servizio energetico e idrico input essenziali dei processi di produzione.
Regioni italiane export I semestre 2021
Esportazioni delle regioni italiane (II trimestre 2021)
Nel secondo trimestre l'Istat stima una crescita congiunturale delle esportazioni, con intensità diverse, per tutte le ripartizioni: +7,3% il Nord-est, +3,8% il Sud e Isole, +3,6% il Nord-ovest e +0,2% il Centro.
Promuovere il commercio di ortofrutta Italia-Cina
Promuovere il commercio di ortofrutta Italia-Cina
Dal Forum Italia-Cina, evento di apertura del Macfrut, arriva la proposta di creare un Hub logistico nel Nord-Est per servire il mercato della Cina (terzo importatore mondiale di ortofrutta).