Ostacoli e virtù del modello economico vietnamita

di lettura

La rivoluzione 4.0, l’attesa digitalizzazione dei processi industriali e le tendenze protezionistiche sono le sfide piu’ attuali cui il Vietnam deve confrontarsi per mantenersi competitivo sul mercato globale contenendo e compensando il rischio concreto di assottigliamento del suo primo vantaggio comparato, legato a un costo del lavoro ancora concorrenziale. 

Ostacoli e virtù del modello economico vietnamita

Altrettanto urgente è, poi, la duplice esigenza di dotarsi di un sistema fiscale riformato e di ridefinire l’organizzazione delle imprese di Stato, in gran parte poco produttive o inefficienti, liberando così risorse preziose per un’economia la cui imprenditoria privata stenta ancora a decollare. 

Pur con i propri tempi e al netto delle esigenze imposte dal prioritario obiettivo di garantire la sopravvivenza del sistema monopartitico e i delicati equilibri che esso impone, la leadership vietnamita lavora con determinazione per accompagnare e agevolare lo sviluppo economico del Paese. 

Politica commerciale

La politica commerciale di Hanoi si regge sul principio dell’integrazione con le economie dell’area e del resto del mondo. In questa ottica si inquadrano non solo la membership dell’OMC e dell’Asean (di cui è entrato a far parte nel 1995 aderendo ai pertinenti accordi di libero scambio con Cina, Corea, Giappone, India, Australia e Nuova Zelanda), ma anche i più recenti accordi commerciali bilaterali con Giappone e Corea e la partnership con l’Unione Euroasiatica. La finalizzazione, a inizi marzo, del Comprehensive and Progressive Agreement for TransPacific Partnership (CPTPP), promosso con il Giappone durante il Vertice APEC di Danang e siglato insieme agli altri 10 Paesi del TPP (in assenza degli USA) e il grado elevato di ambizione dell’Accordo di libero scambio con l’UE offrono la cifra della determinazione e dell’impegno con i quali il Paese, indipendentemente dall’avvicendarsi delle diverse correnti all’interno della sua leadership, persegue l’obiettivo della propria integrazione economico-commerciale. 

A sostegno di un simile impegno, Hanoi sta profondendo uno sforzo importante per migliorare il business environment, alleggerendo il carico burocratico per le imprese e semplificando il quadro di riferimento normativo per gli operatori economici.

I primi segni tangibili di miglioramento cominciano ad arrivare: nel 2017 la Banca Mondiale ha collocato il Vietnam al 68 posto su 190 Paesi nella sua classifica “Ease of doing Bunisess” e si stima che nel solo 2016 siano state create circa 100 mila nuove piccole e medie imprese.

Cecilia Piccioni Ambasciatrice d’Italia in Vietnam

Tag dell'informativa
Analisi di mercato
Che export tira? Scopri i dati di settembre
Che export tira? Scopri i dati di settembre Nell'articolo dell'Ufficio Studi SACE- SIMEST i principali dati riguardanti l'andamento dell'export italiano aggiornati a settembre 2018, con focus sui principali mercati di esportazione e sui settori che hanno trainato maggiormente le vendite.
Belt and Road: quali impatti sul commercio internazionale e sugli IDE
Belt and Road: quali impatti sul commercio internazionale e sugli IDE Era il 2013 quando il Presidente cinese Xi Jinping presentava al mondo la Belt and Road Initiative (BRI), il mega-progetto che intende rivitalizzare ...
Costa D’Avorio: opportunità per l'agroindustria
Costa D’Avorio: opportunità per l'agroindustria italiana Archiviata la crisi politica e sociale del decennio 2002-2012 e fatto salvo il riacutizzarsi del rischio politico con una rivolta militare avvenuta nel gennaio 2017, la Costa d’Avorio è una delle economie più dinamiche del continente africano.
Agroalimentare: andamento export mondiale
Agroalimentare: andamento export mondiale Nel 3° trimestre frenata per l'export mondiale, ma "a macchia di leopardo" a livello merceologico e, soprattutto, geografico.
Croazia: import prodotti di fascia alta
Croazia: import prodotti di fascia alta Secondo l’analisi di StudiaBo-Promos Milano realizzato per Tribuna Economica sulle importazioni del mercato croato per fasce di prezzo, si ...
Elezioni Usa alle porte. Quali scenari?
Elezioni Usa midterm: quali scenari? “It’s the economy, stupid!”: si tratta di uno dei famosi slogan che permise a Bill Clinton di prevalere su George Bush senior alle presidenziali del ’92.
Sistema Salute: cresce l'export nel 3° trimestre 2018
Sistema Salute: cresce l'export nel 3° trimestre 2018 Nell’ultimo trimestre +17.7% tendenziale in euro, confermandosi su livelli di massimo assoluto. Continua la crescita con tassi a due cifre delle importazioni USA.
USA, Canada e Messico: Dal 1° dicembre al via l'accordo trilaterale
USA, Canada e Messico: Dal 1° dicembre al via l'accordo trilaterale Dopo 13 mesi di negoziati, gli Stati Uniti, il Messico e il Canada hanno concluso l'accordo Stati Uniti, Messico, Canada (USMCA) progettato per sostituire l'accordo di libero scambio nordamericano del quarto di secolo (NAFTA).
La Moda made in Italy e i mercati internazionali
La moda made in Italy e i mercati internazionali Nel 3° trimestre dell’anno raggiunto un nuovo punto di massimo delle esportazioni italiane di prodotti finiti per la persona.
Che export tira? Scopri i dati di agosto
Che export tira? Scopri i dati di agosto Nell'articolo dell'Ufficio Studi SACE- SIMEST i principali dati riguardanti l'andamento dell'export italiano aggiornati ad agosto 2018, con focus sui principali mercati di esportazione e sui settori che hanno trainato maggiormente le vendite.