Worldwide Cost of Living 2021

di lettura

Secondo il rapporto dell'Economist Intelligence Unit, la città più costosa al mondo in cui vivere è Tel Aviv che guadagna 5 posizioni rispetto alla precedente edizione.

Image

Il report misura il trend del costo della vita (paniere di 200 beni e servizi) in 173 città di tutto il mondo.

In testa alla classifica compaiono prevalentemente città europee e asiatiche, mentre le città del Nord America e della Cina registrano incrementi dei prezzi più contenuti.  

Tel Aviv ha una valuta forte e ha condotto uno dei programmi di vaccinazione più veloci del mondo. Il tasso di inflazione dei prezzi è aumentato del 3,5% su base annua in termini di valuta locale a settembre 2021. Problemi di catena di approvvigionamento e cambiamenti nella domanda dei consumatori hanno portato a un aumento dei prezzi per le materie prime e altri beni.

Al secondo posto Parigi (in testa nella precedente edizione) davanti a Singapore. Al quarto posto Zurigo e a seguire Hong Kong, New York, Ginevra, Copenaghen, Los Angeles e Osaka.

Le 10 città più care al mondo

WCOL Index 2021

Roma ha registrato la più ampia perdita di posizioni nel ranking WCOL passando dal 32° al 48° posto.

Teheran registra invece il più marcato recupero passando dal 78° posto in classifica al 29°, in particolare a causa delle sanzioni statunitense che provocano aumenti ingenti dei prezzi dei prodotti importati.

Damasco e Tripoli sono tra le città più economiche al mondo.

Gli analisti prevedono che il tasso di inflazione globale raggiungerà il 4.3% nel 2022 (in discesa rispetto al 5.1% del 2021), ma ancora sostanzialmente più alto rispetto al tasso registrato negli ultimi anni.

Fonte: Worldwide Cost of Living

Analisi di mercato
La crisi dei semiconduttori
La crisi dei semiconduttori
La domanda globale di semiconduttori nel 2021 è cresciuta del +26%, ma non è accompagnata da un incremento tempestivo dell’offerta, con conseguenze su tempi di consegna e aumenti nei prezzi.
Altagamma: previsioni Beni personali di lusso e Arredamento di design
Altagamma: previsioni Beni personali di lusso e Arredamento di design
Altagamma ha pubblicato tre report con dati e previsioni sul mercato dei beni personali di lusso e sull’arredamento di design di alta gamma.
Rincari dell’energia: l’impatto sui costi di produzione
Rincari dell’energia: l’impatto sui costi di produzione
Secondo il report pubblicato da Centro Studi Confindustria le dinamiche dei prezzi delle materie prime energetiche stanno colpendo di più l’Italia, rispetto a Francia e Germania.
Rapporto distretti industriali di Intesa Sanpaolo
Rapporto distretti industriali di Intesa Sanpaolo
Il Rapporto annuale sulle imprese distrettuali descrive gli impatti della crisi pandemica, il forte rimbalzo del 2021 e le priorità da affrontare, anche alla luce dell’invasione russa dell’Ucraina.
SACE - Simest: export italiano aprile 2022
SACE - Simest: export italiano aprile 2022
Nei primi quattro mesi dell’anno le esportazioni sono cresciute del 20,7% rispetto allo stesso periodo del 2021.
Il falso Made in Italy a tavola vale 120 miliardi
Il falso Made in Italy a tavola vale 120 miliardi
Secondo Coldiretti il falso Made in Italy agroalimentare nel mondo vale 120 miliardi. La guerra in Ucraina frena gli scambi commerciali, favorisce il protezionismo e moltiplica la diffusione di alimenti taroccati.
Previsioni Istat 2022 - 2023
Previsioni Istat 2022 - 2023
Secondo le previsioni Istat di giugno, il Pil italiano continuerà a crescere sia nel 2022 (+2,8%) sia nel 2023 (+1,9%), seppur in rallentamento rispetto al 2021.
Filiera legno-arredo: performance 2021 sopra le previsioni
Filiera legno-arredo: performance 2021 sopra le previsioni
La filiera legno-arredo chiude il 2021 con un fatturato complessivo che supera i 49 miliardi di euro (18 i miliardi destinati all’export).
Previsioni export vino, olio d’oliva e pasta
Previsioni export vino, olio d’oliva e pasta
Nel 2021 l’export di vino, olio d’oliva e pasta ha rappresentato il 22,4% del totale export agroalimentare nazionale, attestandosi a € 11,7 miliardi (+7% rispetto al 2020).
Conti economici I trimestre 2022
Conti economici I trimestre 2022
Nel primo trimestre il Pil italiano è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e del 6,2% nei confronti del primo trimestre 2021. La crescita acquisita per quest'anno è pari al 2,6%.