Le procedure di référé in Francia

di lettura

Quando le controversie richiedono una soluzione rapida, in alcuni casi è possibile ricorrere alle procedure di référé, che vengono affidate a un giudice unico.

Image

Le procedure di référé in Francia possono essere intentate davanti al presidente della giurisdizione del Tribunale di commercio o del Tribunale giudiziario.

Il giudice dei référés è adito tramite citazione in giudizio e istruisce la causa in maniera contradditoria in un’udienza pubblica. Emette un’ordinanza che è esecutiva a titolo provvisorio; non si pronuncia sul merito della controversia.

Il ricorso al giudice dei référés è possibile soltanto in un numero limitato di casi. A seconda del tipo di procedura, il giudice dei référés è definito come il giudice del provvisorio e dell’urgenza, o il giudice dell’evidenza.

Référé d’urgence

Nei casi d’urgenza il giudice dei référés può pronunciare tutte le misure che non sono oggetto di contestazioni serie, o che sono giustificate dall’esistenza di una controversia tra le parti (articoli 834 e 872 del codice di procedura civile).

Référé conservatoire

Il giudice dei référés può ordinare le misure cautelari o di ripristino necessarie per prevenire un danno, o far cessare una turbativa manifestamente illecita (“trouble manifestement illicite”). Può essere utilizzato, ad esempio, per sospendere la diffusione di una pubblicazione che viola la privacy di un individuo (articoli 835 comma 1 e 873 comma 1 del codice di procedura civile).

Référé injonction

l giudice dei référés può ordinare l’esecuzione di un obbligo di fare (ad esempio la consegna di un bene, o la fornitura di un servizio) a condizione che l’esistenza di tale obbligo non sia seriamente contestabile (articoli 835 comma 2 ultima frase e 873 comma 2 ultima frase del codice di procedura civile).

Référé expertise (o référé probatoire)

Il giudice dei référés può pronunciare delle misure probatorie, ovvero delle misure che permettono di procurarsi delle prove in vista di un potenziale ulteriore giudizio di merito (articolo 145 del codice di procedura civile).

Le misure richieste devono essere giustificate da un motivo legittimo, cioè dalla necessità di preservare o di provare dei fatti da cui potrebbe dipendere la soluzione di una controversia.

Il référé expertise è una procedura per natura preventiva. Se un processo è già in corso tra le parti, la misura non potrà essere pronunciata dal giudice dei référés, ma dovrà essere richiesta al giudice di merito.

Le misure pronunciate possono essere di varia natura, ad esempio: la nomina di un Consulente Tecnico Preventivo (Expert judiciaire), la nomina di un ufficiale giudiziario per constare dei fatti, la produzione di documenti.

Référé provision

Il giudice del référé provision è il giudice cosiddetto “dell’evidenza”. Emette un’ordinanza che condanna il debitore a pagare le somme che non sono seriamente contestabili (articoli 835 comma 2 e 873 comma 2 del codice di procedura civile).

Il credito deve essere certo ed esigibile, sebbene l’importo non sia ancora determinato o determinabile. A differenza di alcune altre procedure di référé, la condizione d’urgenza non è richiesta.

L’ordinanza resa dal giudice dei référés è immediatamente esecutiva, a titolo provvisorio. Di conseguenza il creditore può chiederne l’esecuzione immediata, nonostante un eventuale ricorso in appello o un’azione di merito.

Se la controparte riesce a dimostrare che tutto il credito è seriamente contestabile, il giudice dei référés si dichiara incompetente. È allora necessario ricorrere al giudice di merito.

Il vantaggio di questa procedura è la rapidità: il giudice dei référés può pronunciare un’ordinanza entro 6 mesi/1 anno.

Alexandra Arigoni

Contrattualistica
Modelli contrattuali internazionali: Agenzia, Vendita,  Distribuzione in esclusiva
Modelli contrattuali internazionali: Agenzia, Vendita, Distribuzione in esclusiva
Unioncamere Lombardia ha pubblicato tre modelli contrattuali internazionali (versioni IT/ING e IT/FRA): Agenzia, Vendita e  Distribuzione in esclusiva.
Antitrust Canada
Contratti di distribuzione e di agenzia in Canada: norme sulla concorrenza
La normativa anti-trust vigente in Canada è contenuta nel Competition Act che regola le restrizioni sul prezzo, sul territorio, sulla clientela, sulle vendite online e gli accordi di esclusiva.
Brexit e accordi di scelta del foro
Brexit e accordi di scelta del foro
Considerate le complicazioni derivanti dalla Brexit, è importante valutare attentamente, caso per caso, quale tipo di clausola di scelta del foro adottare.
Emirati Arabi Uniti: eliminato l’obbligo di sponsor locale per le società onshore
Emirati Arabi Uniti: eliminato l’obbligo di sponsor locale per le società onshore
Dal 1° giugno sono in vigore le nuove regole che consentono la piena proprietà straniera delle società onshore, ossia quelle costituite sul territorio emiratino, fissate nel Decreto Legge Federale n. 26 del 2020.
Codice civile Repubblica Popolare Cinese
Codice civile Repubblica Popolare Cinese
Una svolta storica per il diritto cinese: il 28 maggio è stato approvato il primo Codice Civile della Repubblica Popolare Cinese, che è entrato in vigore il 1° gennaio 2021.
Regolamento Privacy: stato di attuazione a due anni dall’applicazione
Regolamento Privacy: stato di attuazione a due anni dall’applicazione
La risoluzione del Parlamento europeo 25 marzo 2021 descrive e commenta lo stato di attuazione del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016.
Compravendita internazionale e garanzia dei vizi: profili critici
Compravendita internazionale e garanzia dei vizi: profili critici
La garanzia dei vizi nell’ambito di un contratto di vendita internazionale alla luce della recente sentenza della Corte di Cassazione e dei principali aspetti disciplinati dalla Convenzione di Vienna.
Vendita internazionale di beni: efficacia degli Incoterms per determinare la giurisdizione
Vendita internazionale di beni: efficacia degli Incoterms per determinare la giurisdizione
L’individuazione del giudice competente rappresenta un passaggio imprescindibile e talvolta dirimente per le sorti del giudizio nelle controversie internazionali.
Nozione di agente commerciale: confronto tra giurisprudenza francese ed europea
Nozione di agente commerciale: confronto tra giurisprudenza francese ed europea
Sentenza della Corte di Giustizia europea del 4 giugno 2020 (causa C-828/2018).
Brexit e risvolti operativi sui contratti commerciali
Brexit e risvolti operativi sui contratti commerciali
Il Regno Unito non è più parte dell’Unione Europea e questo comporta cambiamenti dal punto di vista della movimentazione delle persone, doganale, tariffario e commerciale.