Fatture UE ed Extra UE: informazioni per la compilazione

di lettura

Nell'articolo un approfondimento sulle informazioni necessarie da inserire nelle fatture UE ed extra UE.

Fatture UE e Extra UE: informazioni per la compilazione

Dati essenziali

L’art. 21 del DPR n. 633/72 indica i dati essenziali da inserire in fattura, ovvero:

  • data di emissione;
  • numero progressivo che la identifichi in modo univoco;
  • ditta, denominazione o ragione sociale, nome e cognome, residenza o domicilio del soggetto cedente o prestatore, del rappresentante fiscale nonché ubicazione della stabile organizzazione per i soggetti non residenti;
  • numero di partita IVA del soggetto cedente o prestatore;
  • ditta, denominazione o ragione sociale, nome e cognome, residenza o domicilio del soggetto cessionario o committente, del rappresentante fiscale nonché ubicazione della stabile organizzazione per i soggetti non residenti;
  • numero di partita IVA del soggetto cessionario o committente ovvero, in caso di soggetto passivo stabilito in un altro Stato membro dell'Unione europea, numero di identificazione IVA attribuito dallo Stato membro di stabilimento; nel caso in cui il cessionario o committente residente o domiciliato nel territorio dello Stato non agisce nell'esercizio d'impresa, arte o professione, codice fiscale;
  • natura, qualità e quantità dei beni e dei servizi formanti oggetto dell'operazione;
  • corrispettivi ed altri dati necessari per la determinazione della base imponibile, compresi quelli relativi ai beni ceduti a titolo di sconto, premio o abbuono di cui all'articolo 15, primo comma, n. 2;
  • corrispettivi relativi agli altri beni ceduti a titolo di sconto, premio o abbuono;
  • aliquota, ammontare dell'imposta e dell'imponibile con arrotondamento al centesimo di euro;
  • data della prima immatricolazione o iscrizione in pubblici registri e numero dei chilometri percorsi, delle ore navigate o delle ore volate, se trattasi di cessione intracomunitaria di mezzi di trasporto nuovi, di cui all'articolo 38, comma 4, del decreto-legge 30 agosto 1993, n. 331, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427;
  • annotazione che la stessa è emessa, per conto del cedente o prestatore, dal cessionario o committente ovvero da un terzo.

I soggetti passivi Iva sono chiamati ad inserire particolari annotazioni all’interno delle fatture, riguardanti operazioni con soggetti UE o extra UE al fine di armonizzare gli obblighi di fatturazione per tutti i soggetti passivi in ambito UE.

Annotazioni da riportare in fattura

Di seguito vengono riportate le casistiche più frequenti:  

L’annotazione “Operazione non imponibile” trova applicazione per le operazioni che rientrano nei casi prospettati in:

  • Articolo 58 DL 331/93 
  • Articolo 41 DPR n. 633/72
  • Articoli 8 e 8-bis DPR n. 633/72 
  • Art 9 DPR n. 633/72
  • Art 38-quater DPR n. 633/72

L’annotazione “Operazione non soggetta” trova applicazione per le operazioni che rientrano nei casi prospettati in:

  • Articolo 7-bis del DPR n. 633/72 
  • Articolo 7-Ter DPR n. 633/72 committente stabilito in un Paese extra-ue

L’annotazione “Reverse charge” trova applicazione per le operazioni che rientrano nei casi prospettati in:

  •  Articolo 7 -Ter DPR 633/72 committente stabilito in un Paese Ue.

L’annotazione “Operazione Esente” trova applicazione per le operazioni che rientrano nei casi prospettati in:

  • Articolo 10 del DPR n. 633/72 eccetto le operazioni indicate nel comma 1 n. 6 

Si ricorda che le indicazioni devono essere scritte per esteso e non possono essere in alcun modo abbreviate. Tali annotazioni possono essere inserite anche nella parte descrittiva della fattura qualora non vi fosse sufficiente spazio nell’apposito riquadro.

Dott. Mattia Carbognani

Fiscalità
Fatture UE e Extra UE: informazioni per la compilazione
Fatture UE ed Extra UE: informazioni per la compilazione Nell'articolo un approfondimento sulle informazioni necessarie da inserire nelle fatture UE ed extra UE.
Drop shipping: e-commerce senza gestione del magazzino
Drop shipping: e-commerce senza gestione del magazzino Il Drop shipping ha rivoluzionato il mondo dell’e-commerce e ed è sempre più diffuso tra le aziende. E’ un mercato sempre in crescita che, stando alle previsioni, dovrebbe raggiungere oltre 630 miliardi di dollari entro il 2022.
IVA - Vat News: le novità di maggio
IVA - Vat News: le novità di maggio Novità IVA in Regno Unito, Kuwait, USA e Grecia sono solo alcune delle news presenti nell’edizione di maggio della pubblicazione periodica di Unioncamere lombardia sulle novità fiscali dal mondo per le aziende lombarde.
IVA - Vat News: le novità di marzo
IVA - Vat News: le novità di marzo Novità IVA in Cina, Unione Europea, Sudafrica sono solo alcune delle news presenti nell’edizione di Marzo della pubblicazione periodica di Unioncamere lombardia sulle novità fiscali dal mondo per le aziende lombarde
IVA - Vat News: le novità di febbraio
IVA - Vat News: le novità di febbraio Novità IVA in Unione Europa, Giappone, Qatar e Paesi del Golfo sono solo alcune delle news presenti nell’edizione di febbraio della pubblicazione periodica di Unioncamere lombardia sulle novità fiscali dal mondo per le aziende lombarde.
Le misure di semplificazione degli scambi intracomunitari di beni
Le misure di semplificazione degli scambi intracomunitari di beni In attesa dell’avvento del sistema definitivo, dopo oltre 25 anni dall’adozione del regime transitorio degli scambi intracomunitari, gli Stati membri si sono accordati per modificare a titolo transitorio nel biennio 2020-2021 le attuali regole Iva.
IVA - Vat News: le novità di gennaio
IVA - Vat News: le novità di gennaio Al via una nuova iniziativa di Unioncamere Lombardia: una pubblicazione periodica per le aziende lombarde contenente tutte le novità IVA dei diversi Paesi del mondo.
Le novità IVA 2019 nel commercio elettronico diretto
Novità e semplificazioni IVA 2019 nel commercio elettronico diretto Dal 1 gennaio 2019 entreranno in vigore, a seguito del recepimento delle norme europee da effettuare entro il 31 dicembre 2018, le semplificazioni IVA relative al commercio elettronico diretto riferibili ai cosiddetti servizi elettronici. ...
Operatori economici affidabili: nuove regole per gli scambi intra Ue
Operatori economici: nuove regole per gli scambi intra Ue Dal prossimo gennaio 2019 anche in tema di IVA saranno introdotte importanti novità che trovano il proprio fondamento nell’auspicabile rapporto trasparente e collaborativo tra gli operatori economici e le amministrazioni.
Riduzione fiscale negli USA: come cambia l’aliquota fiscale
Riduzione fiscale negli USA: come cambia l’aliquota fiscale Il 22 dicembre 2017 è stata approvata negli USA la Tax Reform Act “An Act to provide for reconciliation pursuant to titles II and V of the concurrent resolution on the budget for fiscal year 2018” che nonostante il titolo enigmatico ha  modificato drasticamente il sistema fiscale.