IVA - Vat News: le novità di ottobre

di lettura

Novità IVA in Germania, Austria, Cina, Regno Unito sono solo alcune delle news presenti nell’edizione di ottobre della pubblicazione periodica di Unioncamere Lombardia sulle novità fiscali dal mondo per le aziende lombarde.

IVA - Vat News: le novità di ottobre

Germania: Iva Ecommerce

La Commissione europea (CE) ha inviato alla Germania un avviso formale richiedendo la modifica dei nuovi obblighi previsti per le vendite online – commercio elettronico ed in particolare l’abolizione dell’obbligo di richiesta del certificato IVA F22. Dal 1° ottobre 2019 sono stati introdotti nuovi obblighi per il commercio elettronico svolto da soggetti stranieri mediante marketplace (Amazon, ecc.). I commercianti online della UE che vendono ai consumatori tedeschi devono fornire a tutte le piattaforme in cui sono attivi un certificato IVA (Bescheinigungen nach 22f UStG) rilasciato dall'ufficio delle imposte tedesco. Tale obbligo è già in vigore dallo scorso marzo per tutti gli operatori extra UE. La Germania ha due mesi per rispondere. In caso contrario, o se la sua risposta è considerata inadeguata dalla CE, la CE può inviare un parere motivato alle autorità tedesche. La mancata risoluzione della questione potrebbe comportare un riferimento alla Corte di giustizia europea.

Austria: Iva Ecommerce

L'Austria intende aumentare la soglia di registrazione IVA da € 30.000 a € 35.000 da gennaio 2020. La Camera ha approvato il progetto di legge sulla riforma fiscale insieme ad altre misure IVA che entreranno in vigore in tutti i paesi UE:

  • operazioni a catena
  • regole di call-off stock
  • prova del trasporto di merci con rating zero transfrontaliero 
  • VIES registrazione IVA 

Cina: Riduzione Aliquota

La Cina intende ridurre l’aliquota IVA standard dal 13% al 10% dopo che ad aprile era passata dal 16% al 13%. Questa misura fa parte della misura di incentivi e stimoli alla crescita economica dopo che negli ultimi mesi ha registrato segni di rallentamento anche a seguito delle relazioni commerciali con gli USA e l’introduzione di dazi.

Regno Unito: Brexit

Poteri speciali all’Agenzia delle entrate britannica - HMRC -  per gestire ed emettere ordinanze e regolamenti in tema IVA per gestire al meglio le problematiche fiscali derivanti dall’uscita del Regno Unito dalla UE fissato per il prossimo 31 ottobre. I poteri includeranno: obblighi fiscali, scadenze, dazi, sanzioni o interessi così come altri adempimenti IVA.

Brasile: Riforma Iva

Il Brasile ha avviato il progetto per l’introduzione dell’IVA nel paese nei prossimi anni. 
Il disegno di legge prevede l’introduzione della Imposto Único sobre Bens e Serviços (IBS) la quale dovrebbe sostituire le attuali imposte sui consumi:  

  • ICMS: imposta statale sulla circolazione delle merci, riscossa anche su forniture di comunicazione
  • COFINS: imposta federale, finanziamento della sicurezza sociale
  • ISS: imposta comunale sui servizi
  • PIS: prelievo federale per l'integrazione sociale
  • IPI: imposta federale sui beni industriali 

Gian Luca Giussani

Vuoi approfondire le notizie? Hai dei quesiti da sottoporre? Necessiti di informazioni IVA per qualsiasi Paese del mondo ? Clicca qui e seleziona Fiscalità internazionale - Assistenza Unioncamere e poni un quesito su Esperto risponde di Lombardiapoint scrivendo alla c.a. del Dr. Giussani.

Fiscalità
VAT - News: Speciale Brexit
VAT - News: Speciale Brexit
Le novità IVA in Irlanda del Nord, Gran Bretagna e Regno Unito.
VAT-News: nuove misure anti Covid-19
VAT-News: nuove misure anti Covid-19
Scopri le novità IVA introdotte, a seguito della pandemia, in: Turchia, Canada, Bulgaria, Portogallo, Croazia e Grecia.
Guida pratica sulle novità Iva 2020 in ambito UE
Guida pratica sulle novità Iva 2020 in ambito UE
Il Consiglio europeo il 4 dicembre 2018 ha adottato alcune misure applicabili dal 1° Gennaio 2020, le c.d. Vat quick fixes.
Base imponibile comune a livello UE
Base imponibile comune a livello UE
Per finanziare la ripresa post pandemia, a fine maggio la Commissione Europea ha presentato la base imponibile comune consolidata per l’imposta sulle società che potrebbe mettere fine alle storture economiche e fiscali dell’Unione Europea.
Brexit: Guida sulle problematiche doganali e Iva
Brexit: Guida sulle problematiche doganali e Iva
Unioncamere Lombardia e Regione Lombardia hanno pubblicato “Brexit: Guida pratica e scenari futuri in ambito doganale e Iva”.
Guida pratica: triangolazioni e quadrangolazioni
Guida pratica: triangolazioni e quadrangolazioni
Unioncamere Lombardia ha realizzato una nuova guida pratica sulle operazioni triangolari e sulle “transazioni a catena” a cui partecipano più di tre operatori, dislocati in più Stati (quadrangolazioni).
Svizzera: trattamento degli accantonamenti straordinari per probabili perdite causate dalla pandemia
Svizzera: trattamento degli accantonamenti straordinari per probabili perdite causate dalla pandemia
Dopo la crisi sanitaria, molte aziende chiudendo i conti relativi al periodo d’imposta 2019, ragionano sull’istituire nel bilancio d’esercizio un accantonamento per le conseguenze legate alla pandemia Covid-19.
Prova cessioni intracomunitarie: nuovi chiarimenti dell’amministrazione finanziaria
Prova cessioni intracomunitarie: nuovi chiarimenti dell’amministrazione finanziaria
Con la circolare n. 12/E del 12 maggio 2020, l’Agenzia delle Entrate torna a occuparsi della prova delle cessioni intracomunitarie, per chiarire la portata applicativa del Reg. Ue n. 282 del 2011, introdotto dal Reg. Ue n.
Prova cessioni intracomunitarie franco magazzino: i chiarimenti dell’Agenzia delle entrate
Prova cessioni intracomunitarie franco magazzino: i chiarimenti dell’Agenzia delle entrate
Con la risposta all’istanza di interpello n. 117, pubblicata il 23 aprile 2020, l’Agenzia delle entrate torna ad occuparsi della prova delle cessioni intracomunitarie il cui trasporto viene effettuato a cura, o a nome dell’acquirente.
Prove di avvenuta consegna intracomunitaria: i chiarimenti dell’Agenzia delle entrate
Prove di avvenuta consegna intracomunitaria: i chiarimenti dell’Agenzia delle entrate
L’Agenzia delle Entrate ha fornito risposta a un interpello inerente alle nuove prove di avvenuta consegna intracomunitaria, ponendosi come obiettivo quello di semplificare il complesso sistema probatorio fornito dal Regolamento comunitario in vigore dal 1° gennaio 2020.